FILLER

FILLER

I fillers sono sostanze che vengono inettate nella pelle per correggere gli inestetismi del viso, ed in particolare per rallentare i segni dell'invecchiamento, eliminando rughe e solchi della pelle, e per correggere i volumi del viso (ipoplasia) ed in particolare aumentare il volume di zigomi, mento, labbra.

I primi utilizzi dei fillers risalgono alla fine degli anni '60 sotto forma di olio di silicone per rimediare agli in estetismi del viso (solchi o rughe). L’olio di silicone verrà poi definitivamente vietato negli anni ottanta, e tutt’oggi ne è proibito l’uso.
I primi fillers furono di collagene iniettabile, ma attualmente esistono varie sostanze bio-compatibili che sono autorizzate e che possono essere iniettate con tranquillità.

Le iniezioni di filler avvengono in regime di day surgery, senza ricovero e le tecniche di infiltrazione (con un ago molto sottile) non necessitano di alcun tipo di anestesia.
Il traumatismo di un filler comporta la presenza di piccoli segni evidenti (possono essere presenti piccoli ematomi riassorbibili in 3-4 giorni) a seguito dell'impianto stesso.
I risultati e la ripresa di tutte le normali attività sono immediati.

Esistono delle controindicazioni all'utilizzo dei Filler. Le più frequenti sono:

  • Allergia documentata al materiale da iniettare
  • Gravidanza in corso
  • Collagenopatie
  • Herpes in fase attiva
  • Malattie dermatologiche autoimmunitarie
  • Disfunzioni della coagulazione del sangue

Be Filler è un nuovo filler a base di acido ialuronico. L'acido ialuronico è uno dei componenti fondamentali del tessuto connettivo negli umani ed in altri mammiferi. Conferisce alla pelle le sue proprietà di resistenza e le sue capacità di mantenere la sua forma. Infatti una deficienza di acido ialuronico provoca un indebolimento della pelle con formazione di rughe ed imperfezioni. La sua concentrazione tende a diminuire con l'età per la presenza di un particolare enzima, la ialuronidasi, che velocizza il degrado della catena di acido ialuronico.

L'acido ialuronico (HA) viene utilizzato nella medicina estetica per la sua capacità di complessare un numero molto alto di molecole di acqua. L'HA lineare, applicato sulla pelle o iniettato (nel caso dei filler), così come quello naturalmente presente nel derma, nel breve tempo viene debradato dalle ialuronidasi. Per rallenatare tale processo fisiologico, l'HA viene modificato chimicamente tramite agenti reticolanti. La struttura diviene reticolata, tridimensionale anzichè lineare, e si formano delle gabbie molecolari molto stabili e maggiormente difese dall'attacco della ialuronidasi. Più alto è il grado di reticolazione, più lenta sarà la degradazione dell'acido ialuronico.

L'acido ialuronico reticolato iniettato permette di riempire spazi intradermici, di integrare la matrice intracellulare conferendo solidità ai tessuti in maniera stabile e duratura nel tempo.